Donazione d'azienda: crediti tra perdite e variazioni Iva

LA DOMANDA Nell'attivo di un'azienda (in contabilità semplificata) che verrà donata al figlio, esistono, fra le altre attività, dei crediti per i quali non c'è la certezza della loro completa esigibilità, anche perché rientranti nell'amministrazione straordinaria di una grande azienda in crisi. Come esporli nell'attivo dell'azienda in fase di donazione? Per il credito Iva, l'eventuale nota di variazione che dovesse rendersi necessaria, anche solo parziale, in caso di infruttuosa conclusione della procedura concorsuale, dovrebbe essere emessa dal donante e riversata al donatario, è corretto?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?