Terrazza che diventa veranda: cambio tabelle giustificato

LA DOMANDA Abito in un condominio di 40 unità, con regolamento di natura contrattuale del 1937. Tuttora, le spese generali sono ripartite in base alla tabella originaria, anche se nel corso degli anni diversi appartamenti hanno cambiato destinazione d’uso passando da civile abitazione a uso ufficio/attività commerciale per professionisti e/o società di consulenza. Inoltre, alcuni condomini hanno trasformato il sottotetto in mansarda mentre altri hanno chiuso a veranda porzioni di terrazza di livello in uso esclusivo. Esistono i presupposti perché la revisione della tabella millesimale possa essere effettuata con la maggioranza prevista dall'articolo 1136, comma 2, del Codice civile, in base a quanto previsto dall'articolo 69 delle disposizioni attuative del Codice civile e nelle modalità in quest’ultimo indicate? In caso affermativo, le spese di revisione vanno ripartite fra tutti i condòmini per i quali la quota millesimale risulta aumentata o soltanto tra quelli per cui risulta aumentata per oltre un quinto?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?