Beni a destinazione diversa: spese proporzionali all'uso

LA DOMANDA In un condominio composto da venti appartamenti su due corpi di fabbricato, l'amministratore - di propria iniziativa e senza convocare l'assemblea - ha incaricato una ditta di provvedere alla sostituzione integrale della colonna di scarico pluviale ammalorata, che serve cinque appartamenti posti sulla stessa verticale. Sempre su questa verticale è stata sostituita per oltre un metro la colonna di scarico fecale, intervento che ha comportato il ripristino dell'intonaco e la tinteggiatura del bagno principale di un appartamento.L'amministratore ha deciso di ripartire la spesa, in base ai millesimi di proprietà, tra tutti i 20 proprietari, anche se 15 non traggono alcun beneficio dalle sostituzioni e riparazioni effettuate.È legittima tale decisione?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?