Nel supercondominio vale la disciplina del condominio

LA DOMANDA Sono un condomino amministratore dello stabile in cui abito, stabile composto da dieci unità abitative con relative soffitte nel piano sottotetto e box al piano strada.Con un'altra palazzina abbiamo in comune il cortile con relativa illuminazione e cancello automatico con passo carrabile. Le spese relative a pulizia e manutenzione sono divise tra i due condomìni. In comune abbiamo anche la cisterna acqua interrata, con contatore generale che serve venti unità.Il nostro condominio vorrebbe installare una cisterna separata con nuovo contatore generale che serva le nostre dieci unità. Dopo esserci informati dal gestore dell'acqua pubblica sui passi da fare per eseguire tali lavori, una volta installata la nostra cisterna con relativo contatore generale, siamo obbligati a partecipare alle spese di manutenzione straordinaria dell'altra cisterna (essendo, suppongo, sempre comproprietari della stessa) oppure ne siamo esonerati?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?