Affitto e riaffitto di azienda: gli obblighi verso i lavoratori

LA DOMANDA La società Alfa ha affittato la propria azienda alla società Beta, e in tale contesto tutti i dipendenti di Alfa sono passati a Beta. Alla scadenza del contratto di affitto di azienda (o anticipatamente, se venisse raggiunto un accordo per risoluzione anticipata del contratto), oltre agli strumenti fisici e amministrativi, anche i dipendenti dovrebbero rientrare in forza ad Alfa, ma contestualmente (nello stesso giorno) Alfa stipulerebbe un nuovo contratto di affitto d’azienda con la società Gamma.Si chiede se, ai fini dei corretti adempimenti in materia di regolare assunzione delle maestranze e di paghe, Alfa debba - in ragione della scadenza o della risoluzione anticipata del contratto di affitto - prima riassumere le maestranze ed elaborare un pur minimo cedolino paga (con tutti gli adempimenti connessi), oppure se è ipotizzabile che sia solo Gamma ad assumere le maestranze ed elaborare poi i relativi cedolini paga, fermo restando l’adempimento per la doppia comunicazione Unilav (da Beta ad Alfa e poi da Alfa a Gamma).

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?