Tributario

Sequestro diretto escluso su accrediti successivi all’illecito

di Laura Ambrosi e Antonio Iorio

In presenza di omessa dichiarazione, il sequestro diretto non può riguardare le somme giacenti sui conti della società versate successivamente alla commissione dell'illecito. È uno dei principi espressi dalla Cassazione nella sentenza 41104 depositata ieri. Il Gip sequestrava beni mobili ed immobili nella disponibilità di una società, del legale rappresentante e di un soggetto considerato amministratore di fatto, per il reato di omessa presentazione della dichiarazione (articolo 5 del Dlgs 74/2000). Il ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?